Contributi a fondo perduto per lo sviluppo di soluzioni innovative I4.0

By 29 Aprile 2019 Generale

Finalità: scopo dell’iniziativa è promuovere lo sviluppo di soluzioni, prodotti e/o servizi innovativi focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Sono ammissibili sperimentazione, prototipazione e messa sul mercato di soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi “Impresa 4.0” prontamente cantierabili e che dimostrino il potenziale interesse sul mercato; le soluzioni proposte potranno essere rivolte direttamente al consumatore finale oppure rispondere ai bisogni di innovazione dei processi, prodotti e servizi di altre Imprese.

Soggetti Beneficiari: sono ammissibili agli incentivi previsti le Imprese di micro, piccole e medie imprese dimensioni che rispettino i seguenti requisiti:

  • siano iscritte al Registro Imprese ed abbiano dichiarato il proprio inizio attività;
  • abbiano sede legale e/o operativa (all’atto dell’erogazione dell’incentivo) in una delle province lombarde;
  • siano in regola con il pagamento del diritto camerale;
  • abbiamo assolto agli obblighi contributivi.

Interventi e spese ammissibili: è prevista la concessione di incentivi per programmi di spesa da realizzarsi nel periodo intercorrente dalla data dello scorso 1 Aprile 2019 al 30 Aprile 2020, di importo complessivo pari ad almeno 40.000 euro, che siano afferenti all’introduzione di tecnologie digitali della seguente fattispecie (inclusa la relativa pianificazione o progettazione):

  • Soluzioni per la manifattura avanzata;
  • Manifattura additiva;
  • Realtà aumentata e virtual reality;
  • Simulazione;
  • Integrazione verticale e orizzontale;
  • Industrial Internet e Iot;
  • Cloud;
  • Cybersicurezza e business continuity;
  • Big Data e Analytics;
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain, della value chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
  • Software, piattaforme ed applicazioni digitali per la gestione ed il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali;
  • Soluzioni e progetti inerenti l’applicazione e implementazione della tecnologia Intelligenza Artificiale;
  • Soluzioni e progetti inerenti l’applicazione e implementazione della tecnologia Blockchain.

Utilizzo di altre tecnologie digitali, purchè propoedeutche o complementari a quelle previste al precedente Elenco:

  • Sistemi di e-commerce;
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fintech;
  • Sistemi EDI, electronic data interchange;
  • Geolocalizzazione;
  • Tecnologie per l’in-store customer experience;
  • System integration applicata all’automazione dei processi.

I fornitori dei servizi di consulenza e formazione devono appartenere necessariamente ad una o più delle seguenti categorie:

  • DIH-Digital Innovation Hub ed EDI-Ecosistema Digitale per l’innovazione, di cui al Piano Nazionale Industria 4.0;
  • Centri di ricerca e trasferimento tecnologico, Competence center, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;
  • Incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;
  • FABLAB (Centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali);
  • Centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 (definiti dal D.Mi.SE 22.5.2017);
  • Start-up innovative (relativamente ai soli servizi di consulenza), ai sensi dei rispettivi D.L.;
  • Grandi Imprese;
  • Ulteriori fornitori (relativamente ai soli servizi di consulenza), a condizione che autocertifichino di avere realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza alle Imprese nell’ambito delle tecnologie digitali previste dall’iniziativa.

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa:

  • Consulenza;
  • Formazione;
  • Attrezzature tecnologiche e programmi informatici;
  • Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware;
  • Spese per la tutela della proprietà industriale;
  • Spese del personale dedicato.

Agevolazioni: è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili e con un massimale erogabile pari a 50.000 euro.

Termini: i progetti e le relative domande di incentivo devono essere inoltrati entro la data del 31 Maggio 2019; vige una procedura valutativa a graduatoria.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ti terremo aggiornato sulle ultime novità in fatto di Finanza Agevolata e sugli ultimi Bandi Pubblici

Seleziona per quale argomento vuoi ricevere aggiornamenti.





Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che:

a) Titolare del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

b) Responsabile del trattamento è Giorgio Redaelli, 20863 Concorezzo, Via Libertà 99;

c) I Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per dare corso all'invio della newsletter e per l'invio (anche via email) di informazioni relative alle iniziative del Titolare;

d) La comunicazione dei dati è facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta;

e) Ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.